Taggia

  • Convento di San Domenico, splendido monumento tardogotico del XV secolo realizzato dai maestri lombardi Gasperino da Lancia e Filippo da Carlo. La sua ricca pinacoteca conserva le opere di autori come Ludovico Brea, Giovanni Canavesio, e anche la celebre adorazione dei Magi del Parmigianino. È considerato il maggior complesso storico-artistico della Riviera di Ponente.
  • Santuario della Madonna Miracolosa o basilica dei Santi Giacomo e Filippo, sorta nel XVII secolo sulla struttura di una chiesa tardo-medievale del XV secolo, conserva le reliquie di San Benedetto, e importanti opere di Luca e Giovanni Cambiasio, Francesco Brea, Bartolomeo PIncellotti, Giuseppe Massa, Domenico Guidobono. Si racconta che nel 1855, un’opera dello scultore tabiese Salvatore Revelli, dedicata al Cuore Immacolato di Maria, mosse ripetutamente gli occhi. Il fatto fu accertato dalla Chiesa Cattolica e considerato come un evento miracoloso.
  • Ricordiamo inoltre l’antica chiesa medievale di nostra Signora del Canneto (X – XII secolo), sulla strada per Badalucco, con affreschi del XV secolo di Francesco Brea, Luca e Giovanni Cambiasio, oltre che l’oratorio della Santissima Trinità della confraternita dei Rossi del 1475 e l’Oratorio dei Santi Sebastiano e Fabiano della confraternita dei Bianchi del 1454.